Come scegliere tra le carrozzine per disabili a Roma

carrozzine per disabili Roma

La sedia a rotelle è un ausilio indispensabile per chi non può muoversi in autonomia a causa di fratture, interventi chirurgici agli arti inferiori o invalidità permanenti.

Non tutti i modelli sono uguali e le diverse tipologie di carrozzine per disabili vendute a Roma e su tutto il territorio nazionale provano a rispondere alle esigenze più disparate.

Saper scegliere la struttura, le caratteristiche e gli accessori più indicati alla situazione può assicurare autonomia negli spostamenti e buona qualità di vita alle persone con disabilità momentanee o permanenti.

3 elementi per scegliere la carrozzina giusta

La scelta della carrozzina giusta passa dalla valutazione dai vari modelli presenti sul mercato, dalle caratteristiche e dalle esigenze specifiche del paziente.

  1. Tipi di carrozzine – Le migliori sanitarie ortopediche su Roma e altre città offrono vari tipi di sedie a rotelle: leggere e super leggere, elettriche, pieghevoli, pediatriche, sportive, reclinabili, bariatriche o verticalizzate. I diversi modelli si distinguono per lo più in termini di struttura (grandezza, maneggevolezza e comfort), peso (standard, leggere e superleggere) e sistema di guida (manuale o elettrica). Destreggiarsi tra i moltissimi modelli disponibili in commercio non è facile, salvo che non si possa contare su una consulenza qualificata.
  1. Caratteristiche – La carrozzina giusta deve presentare caratteristiche fisiche perfettamente rispondenti alle esigenze personali.
  • Larghezza del sedile – La larghezza varia a seconda delle necessità, passando dai 40-50 cm dei modelli comuni ai 35 cm delle carrozzine pediatriche fino ai 75 cm delle carrozzine bariatriche.
  • Profondità del sedile – La profondità deve essere misurata dalla parte anteriore del bacino verso la parte retrostante degli stinchi per consentire una seduta confortevole.
  • Altezza sedile – L’altezza deve essere valutata partendo dal pavimento, ma deve prendere in considerazione anche la misurazione della parte superiore del sedile.
  • Braccioli – I braccioli ribaltabili o rimovibili della carrozzina per disabili possono permettere un accesso facilitato ai tavoli o fornire un supporto completo per le braccia.
  • Poggia gambe – Il poggia gambe può essere di diversi tipi in modo da sollevare le gambe e/o aiutare l’operazione di salita e discesa dalla carrozzina.
  • Doppio asse – I modelli dotati di doppio asse possono essere regolati per abbassare l’altezza e/o permettere la spinta anche con i piedi.
  • Ruote a sgancio rapido – La funzione consente di eliminare le ruote posteriori in modo da rendere la struttura più compatta e facile da trasportare.
  1. Esigenze personali – Negli ultimi anni la proposta di carrozzine per disabili si è diversificata ulteriormente per soddisfare qualunque tipo di esigenza personale.

Per esempio le carrozzine superleggere agevolano gli spostamenti in auto, i modelli pieghevoli sono pratici in città, le carrozzine ad autospinta consentono manovre in autonomia mentre le carrozzine elettriche promuovono spostamenti senza sforzi.