Centri convenzionati ASL di Roma: 3 passi per ottenere i presidi ortopedico-riabilitativi

Centri convenzionati ASL di Roma

Il Sistema Sanitario Nazionale stipula alcune convenzioni con le migliori strutture private per assicurare prestazioni o presidi ortopedici “esenticket” o dietro pagamento parziale o totale del ticket (se dovuto). A beneficiare sono gli invalidi di guerra, gli invalidi del lavoro, i non vedenti, i sordomuti, i minori a cui occorre un intervento preventivo, curativo o riabilitativo e le persone che hanno subito menomazioni o disabilità permanenti come una stomia o un’amputazione.

centri convenzionati ASL su Roma e altre città offrono agli aventi diritto ausili per persone disabili, protesi per sostituire una parte del corpo, ortesi destinate a migliorare la funzionalità di una parte del corpo e presidi medici pensati per prevenire e/o curare alcune problematiche.

Il miglior centro è un’ortopedia sanitaria di Roma o altre città convenzionata con laboratorio interno, tecnici ortopedici qualificati e ampia offerta.

3 passi per ottenere i presidi ortopedico-riabilitativi

Gli aventi diritto devono produrre una serie di documenti per ottenere un ausilio ortopedico-riabilitativo sfruttando le convenzioni ASL.

  1. Documentazione – Il primo passo da compiere per accedere a uno degli articoli ortopedici è far prescrivere una visita specialistica in una struttura pubblica o accreditata dal medico curante. In seguito alla prescrizione dell’ausilio con diagnosi circostanziata, identificazione e tempo di impiego, quindi, occorre rivolgersi a un centro convenzionato ASL in modo da ricevere un preventivo di spesa. A questo punto la prescrizione e il preventivo devono essere presentati agli Uffici Protesi della ASL di competenza insieme alla copia del documento di riconoscimento e della tessera sanitaria e alla fotocopia del certificato o della domanda di invalidità.
  2. Autorizzazione – L’ufficio preposto, dopo un certo periodo, autorizza la fornitura e il paziente deve consegnare il documento alla sanitaria ortopedica convenzionata per avviare la fase di realizzazione o ricevere l’ausilio ortopedico-riabilitativo.
  3. Fase di collaudo – Il centro convenzionato consegna il presidio insieme all’autorizzazione e il paziente deve recarsi dallo specialista per il controllo. Lo specialista firma e timbra l’autorizzazione per attestare il collaudo e il paziente consegna il documento nuovamente alla sanitaria ortopedica, la quale a sua volta fatturerà alla ASL.