Cosa c’è da sapere sui plantari ortopedici a Roma?

plantari ortopedici Roma

Il piede è una parte del corpo complessa e delicata in quanto sostiene il peso del corpo quando si sta in piedi o seduti o quando ci si muove. Alcune patologie (piede piatto, piede cavo, alluce valgo, neuroma di Morton, spina calcaneare e metatarsalgie), però, possono spostare il carico del corpo su aree non deputate a tale compito. L’alterazione del meccanismo fisiologico riverbera su altre parti del corpo fino a determinare tensioni, contratture o infiammazioni a ossa e articolazioni (ginocchia, anca, schiena e collo), oltre che problemi di postura.

Plantari ortopedici a Roma

plantari ortopedici venduti a Roma come altrove rappresentano la soluzione indicata per riportare il corpo ad avere un corretto appoggio plantare. Detto ciò è possibile usarli anche per risolvere i problemi circolatori in quanto permettono al sangue di raggiungere gambe e piedi. Questo tipo di articoli ortopedici deve essere costruito su misura per rispettare la forma del piede, realizzato in base al peso e alla lunghezza del piede o acquistato a seconda del numero di scarpe. In ogni caso un plantare di qualità deve essere realizzato con materiale morbido e plastico in grado di non provocare dolore al piede e non impedire i movimenti.

Tipi di plantari

Il plantare deve essere scelto in base al tipo di problematica che affligge il piede, all’utilizzo che si deve fare e al genere di calzatura associata.

  1. Plantare correttivo – Questo genere di plantare viene prescritto per prevenire e correggere i disturbi dei piedi nei bambini dai tre fino ai diciotto anni. Il più richiesto è il plantare per piede piatto, vale a dire un dispositivo che migliora l’appoggio a terra del piede privo di un arco che si solleva di pochi millimetri dal terreno.
  2. Plantare sportivo – I plantari sportivi realizzati a Roma o altrove vengono usati per migliorare l’appoggio del piede (pronazione e supinazione) e interessano gli sportivi che si allenano intensamente.
  3. Plantari piede cavo – I plantari per piede cavo sono studiati per migliorare l’appoggio del piede e distribuire il peso corporeo in presenza di un aumento della curvatura del dorso e una riduzione della superficie d’appoggio del piede.
  4. Plantare piede diabetico e reumatico – Questi plantari evitano le ulcerazioni da sovraccarico e le infiammazioni in presenza di piede diabetico o piede reumatico.
  5. Plantare flebologico – Il plantare flebologico favorisce la funzionalità della pompa di ritorno in caso di insufficienza venosa e linfatica e in caso di gravidanza.
  6. Plantare post-operatorio – Si tratta di un plantare appositamente pensato per tutti coloro che hanno subito un intervento al ginocchio o all’anca e necessitano di riprendere la completa funzionalità di arti inferiori e piedi.